Cerca
Close this search box.

La Vaniglia

Storia e Leggenda di una delle essenze più dolci ed affascinanti della storia

  • Una storia millenaria
  • Il successo in Europa
  • Varietà ed utilizzo

Una storia Millenaria

La vaniglia è una splendida orchidea rampicante, la Vanilla Planifolia, l’unica della sua specie in grado di produrre frutti commestibili. 

La storia di questo fiore inizia in Messico, molto tempo prima che questa terra venisse scoperta dagli Europei, probabilmente già 2000 anni fa…

Si narra che gli Aztechi fossero soliti usarla per aromatizzare le bevande, naturalmente riservate esclusivamente all’elite. Una in particolare ha costruito la sua fortuna: Il Cibo degli Dei. Non era altro che una bevanda al cioccolato, intensamente aromatizzata alla vaniglia, che il re Montezuma offrì ad Hernan Cortez. Ammaliato da questo nuovo sapore, dolce ed avvolgente, naturalmente lo portò nel Vecchio Continente, dove provocò una vera e propria infatuazione. 

 

Il successo in Europa

Nelle corti di tutta Europa la vaniglia diventò uno degli ingredienti più apprezzati, in principio per aromatizzare bevande e preparazioni culinarie, in seguito per profumare gli accessori che le dame avrebbero indossato e successivamente come aroma per preparazioni cosmetiche ed acque profumate. 

 

 

Per questo motivo, il Re Luigi XIV, decise di iniziarne la coltivazioni in territori Francesi. Venne scelta l’isola di Bourbon – oggi Reunion – nell’Oceano Indiano. I numerosi tentativi fallirono e per più di 2 secoli il Messico ne detenne il monopolio. Si ignorava infatti che l’unica modalità di impollinazione fosse attraverso le api melipona, presenti esclusivamente in certe regioni del Messico. 

La svolta arrivò nel 1841 quando Edmund Albius, un giovane schiavo di soli 12 anni che lavorava nelle piantagioni in Reunion, trovò il metodo da seguire per impollinare manualmente la vaniglia…sorprenderà sapere che questa metodologia è le stessa utilizzata tutt’ora!

 

Varietà ed utilizzo

Questa scoperta fece della vaniglia bourbon la varietà più utilizzata. Poco tempo dopo i coltivatori espansero le piantagioni in Madagascar, inizialmente a Nosy Be, in seguito in tutta la Grande Isola. Il Madagascar detiene tutt’oggi il primato come produttore di vaniglia, nonostante la coltura avvenga in numerose altre regioni asiatiche. 

Oltre alla vaniglia Bourbon, esistono altre due varietà principalmente prodotte ed ancora più costose a causa della limitatezza delle piantagioni: la vaniglia di Tahiti e quella della Papua Nuova Guinea.

Possiamo considerare questa spezia come la più utilizzata ed apprezzata in assoluto, principalmente per l’ampia gamma di prodotti in cui viene utilizzata. Oltre che, naturalmente, in ambito culinario – sia per preparazioni dolci che salate, che per le bevande – la vaniglia è protagonista di moltissimi prodotti di cosmetica, è un ingrediente importantissimo in aromaterapia e, non da ultimo, profuma dolcemente le nostre case, grazie alle ricche profumazioni delle candele.

 

 

Curiosità:

 

  • L’olio essenziale che si estrae dall’orchidea è un potente armonizzante a livello emotivo. Combatte la fame da stress ed ha forti proprietà afrodisiache.

 

  • Si apre un solo fiore al giorno, che sarà possibile impollinare nell’arco di poche ore. Una volta giunti a sera, se non fecondato, il fiore si chiude, per poi cadere definitivamente.  

 

  • Il baccello ed i semi dell’orchidea Vanilia sono completamente inodore, solo dopo l’essiccazione e la fermentazione acquisiscono l’inconfondibile e dolcissimo aroma. 

 

  • Ad oggi l’estratto naturale di vaniglia copre solo il 3% dell’utilizzo globale. Si stima che la produzione annua sia di 40 tonnellate, contro le 12000 della vanillina artificiale.

 

  • Riconoscere la differenza tra vanillina e vaniglia è praticamente impossibile – se la prima viene ben dosata – soprattutto nei prodotti da forno. Non a caso la legislazione europea considera la vanillina sintetica come un prodotto identico al naturale.

Scopri le fragranze Kringle e Country che contengono la Vaniglia

Articoli Correlati